Vai al contenuto


Errore di caricamento immagine!
Foto

nuovo


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 23 risposte

#1 thebest24

thebest24

    Nuovo Amico

  • Members
  • Stella
  • 4 Messaggi:

Inviato 21 November 2004 - 07:05 PM

ciao ragazzi prima di tutto mi presento io è da circa 2 anni che soffro di ansia anche ho convissuto con diversi sintomi ma poi passati o quasi tutti, ora è da un 3 settimane che lotto con un fastidioso sintomo quello di avvertire un qualcosa in gola come se fosse un corpo estraneo.
ho fatto una visita dall'ottorinolaringoiatra il quale mi ha detto che è tutto a posto a parte una infiammazione acuta alla laringe, per quanto riguarda la sensazione di corpo estraneo i ha detto che è la conseguenza dell'infiammazione certo accentuato moltissimo dallo stato ansioso io vi chiedo se ha voi è mai capitato è se la sensazione la sentivate all'altezza del pomo di adamo o anche più sotto di qualche centimetro.
ciao a tutti.

#2 Fabiojkd

Fabiojkd

    Affezionato

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 134 Messaggi:

Inviato 21 November 2004 - 07:36 PM

CIao thebest....

Quella che provi e una senzazione,tranquilla,piu' ci pensi a questa cosa "Del fastidio" della gola e piu sara intensa e ti verrano i sintomi degli attacchi di panico,perche essendo un sintomo che non hai mai provato o vissuto,ti spaventi e da li comincia il panico.......


Un saluto


Fabio

#3 pesev

pesev

    Affezionato

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 114 Messaggi:

Inviato 09 December 2004 - 01:26 PM

Il bolo isterico o nevrosi faringea è uno dei sintomi d'ansia che più mi hanno angariato per anni. Era molto fastidioso. Inizialmente ti procura quasi panico poichè non sai di cosa si tratta, ma poi la cosa può diventare cronica e infastidisce molto.
Io la sentivo a livello del pomo d'adamo, ma assieme al bolo avevo anche la bocca secca, le vertigini, il mal di stomaco e altri sintomi d'ansia.
cari amici l'ansia è camaleontica e attacca l'organo più debole in quel momento.
Oggi assumo una terapia farmacologica che mi ha attenuato questi sintomi , talvolta, raramente, il bolo torna ma non mi spaventa più di tanto.
Saluti e se posso esservi d'aiuto scrivete.
Pesev

#4 thebest24

thebest24

    Nuovo Amico

  • Members
  • Stella
  • 4 Messaggi:

Inviato 16 December 2004 - 09:05 PM

ciao ragazzi volevo porvi una domanda a voi succede che l'ansia s attenagli nella zona toracia come se dovreste sostenere un esame e vi provoca fame d'aria ovvero sentire il bisogno di inspirare continuamente tanta aria è questo poi vi provoca bruciori in zona petto con qualche colpetto di tosse?

#5 animadinotte

animadinotte

    Assiduo

  • Members
  • StellaStella
  • 39 Messaggi:

Inviato 16 December 2004 - 11:38 PM

ho appena lasciato un post nella sezione Emozioni e vedo che qui c'è qualkuno ke prova più o meno quello che provo io. Sto malissimo sa anni ormai ed ho quella sensazione di avere qualcosa in gola ogni volta che mangio conconseguenti attacchi di panico ....potete immaginare quanto sono dimagrita! pesev ha parlato di un disturbo specifico e sarei felice di poter avere maggiori informazioni.... pensavo di essere davvero sola.... e sono ad un punto in cui non ce la faccio proprio più!

#6 1neve

1neve

    Attivo

  • Members
  • StellaStellaStella
  • 62 Messaggi:

Inviato 17 December 2004 - 02:35 PM

caro thebest24 a me manca l'aria di brutto! e' come avere costantemente bisogno di riempire i polmoni. faccio fatica a prendere aria normalmente e devo fare dei respiri come se fossi asmatica. è una continua sensazione di mancafiato. per la mia esperienza personale è il sintomo piu' fastisioso dell'ansia.mi capita spesso anche dopo aver mangiato quel senso di sazieta' mi toglie aria. tu come lo gestisci?
ciao 1neve sad.gif

#7 cathy

cathy

    FdV Amico

  • Members
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2294 Messaggi:
  • Gender:Female
  • Location:Grosseto
  • Interests:La lettura,il cinema, viaggiare in città d'arte. Musei,mostre d'arte,mercatini antiquariato

Inviato 17 December 2004 - 07:06 PM

QUOTE (thebest24 @ Dec 16 2004, 09:05 PM)
ciao ragazzi volevo porvi una domanda a voi succede che l'ansia s attenagli nella zona toracia come se dovreste sostenere un esame e vi provoca fame d'aria ovvero sentire il bisogno di inspirare continuamente tanta aria è questo poi vi provoca bruciori in zona petto con qualche colpetto di tosse?

Sicuro! Oltre a tutto ciò, ho il fiato corto, cioè non riesco a fare respiri lunghi e profondi, per cui anche parlare normalmente mi ha creato problemi, pronunciare frasi di media lunghezza richiedeva diverse pause (come quando vuoi parlare dopo una corsa all'impazzata). La "fame d'aria" è proprio uno dei sintomi tipici dell'ansia,insieme alla sensazione di un peso enorme sul petto (zona,cuore-sterno). Io ho anche avuto paura di un infarto,nel luglio scorso, figurati....
Occorre una terapia,anche farmacologica,te la consiglio, in poco tempo ritorni normalissimo.
Caterina

#8 cathy

cathy

    FdV Amico

  • Members
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2294 Messaggi:
  • Gender:Female
  • Location:Grosseto
  • Interests:La lettura,il cinema, viaggiare in città d'arte. Musei,mostre d'arte,mercatini antiquariato

Inviato 17 December 2004 - 07:13 PM

QUOTE (1neve @ Dec 17 2004, 02:35 PM)
mi capita spesso anche dopo aver mangiato quel senso di sazieta' mi toglie aria. tu come lo gestisci?
ciao 1neve sad.gif

Ciao, anche io sto molto peggio dopo pranzo (ad esempio avverto benissimo un'accelerazione del battito cardiaco). Credo dipenda anche da fatto che il corpo è assorbito dalla funzione digestiva, che è dominata dal sistema simpatico: se noi siamo "fragili" a livello "nervoso" (dico così perchè non essendo medico magari dico una stupidaggine), risentiamo moltissimo di questi scompensi.
Io in precedenza avevo un rimedio empirico molto blando ma funzionava: mezzo bicchiere d'acqua con bicarbonato,a piccoli sorsi, oppure una bevanda calda come la camomilla,ecc. Anche espellere un po' d'aria dallo stomaco (scusate l'espressione) mi facilitava le cose. Io credo moltissimo che il livello gastrico-digestivo e l'ansia siano strettamente interconnessi.
Se l'ansia invece è a livelli alti,allora occorre utilizzare anche farmaci specifici,ansiolitici e quant'altro, che SOLO un buon medico (psichiatra,neurologo) può prescrivere....Mai il "fai da te"!!!!!
Caterina smile.gif

#9 foglia

foglia

    FdV Amico

  • Members
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2293 Messaggi:
  • Gender:Female

Inviato 18 December 2004 - 04:25 PM

per animadinotte e tutti quelli che nn riescono ad inghiottire

allora, io sono al secondo superamento della fase anoressia e paura di inghiottire, ma nn saprei cosa consigliare a nessuno di voi come farvela passare, perchè quando ne sono fuori neanche io riesco a capire come e perchè nella mia vita ogni tanto mi trovo ad avere questa paura oppure no paura ma distacco emotivo dal cibo fino a nn essere più capace nemmeno di sentire i morsi della fame.
però sono in grado di darvi qualche consiglio per nn finire nel deperimento organico che di per sé aggrava la condizione 'nevrotica'.
allora io facevo (spinta solo dalla paura di morire per consunzione...hehe) un'abbondantissima colazione al mattino a base di uovo sbattuto e allungato con succo d'arancia oppure con caffellatte, levavo la crosta al pane e mangiavo solo la mollica spalmata di burro e marmellata o miele.
poi mi facevo grandi frullati di frutta, banana, mele, latte.
a pranzo praticamente nn mangiavo nulla se non il passato di verdure (ci mettevo tre quarti d'ora) con abbondante olio e parmigiano che mi facevano tossire, sì, però almeno mandavo giù nutrimento.
la carne la succhiavo e poi sputavo tutto nel secchio.
va bene anche la meletta grattuggiata e condita con limone e zucchero.
vanno bene le cose centrifugate.
se ciononostante continuate a essere deboli e a perdere peso andate dal medico, ma se il medico nn fa niente, potreste arricchire l'alimentazione con meritene al mattino e bibitoni con vitamine e sali minerali all'ora dei pasti cosicchè almeno l'apporto degli elementi essenziali nn vi venga a mancare.
facendo così potete continuare a vivere aspettando un qualcosa che vi aiuti a superare le paure.
se avete paura di mangiare in pubblico e la paura dipende soltanto dall'assumere il cibo, preparatevi da subito una bella lista di alimenti che potreste essere in grado di masticare, e poi -quest'ultima strategia la applicavo per me che nn potevo vedere troppo cibo sul piatto ma nemmeno il piatto vuoto mentre gli altri mangiavano e stavano bene da dio - ordinate mezze porzioni e tagliate il cibo a pezzettini piccolissimissimi in modo da mangiarlo con lentezza ma masticandolo bene.
vi capisco tutti/e e vorrei dirvi che da questi problemi prima o poi se ne esce, dovrebbero essere solo sintomatologie temporanee. fatevi aiutare da bravi medici e da bravi psicologi e se nn trovate subito...pazientate e continuate a cercare.
ciao
foglia

#10 thebest24

thebest24

    Nuovo Amico

  • Members
  • Stella
  • 4 Messaggi:

Inviato 18 December 2004 - 06:30 PM

ciao ragazzi grazie per le risposte, volevo chiedervi un'altra cosa ma a voi l'ansia non vi provoca anche dei dolorini al petto e qualche colpetto di tosse come se fosse isterico e quando prendete tanta aria con la bocca un pò di bruciore al petto?
vi prego rispondetemi ciao a tutti siete fantastici.

#11 cathy

cathy

    FdV Amico

  • Members
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2294 Messaggi:
  • Gender:Female
  • Location:Grosseto
  • Interests:La lettura,il cinema, viaggiare in città d'arte. Musei,mostre d'arte,mercatini antiquariato

Inviato 19 December 2004 - 02:19 PM

DOLORONI al petto, vorrai dire.... sad.gif
Certo che sì,in prossimità dello sterno oppure proprio regione cardiaca....
Il fiato corto è poi tipico dell'ansia...
In un paio di occasioni temevo un infarto, dal dolore e dalla paura....
Se ti può consolare ho uno zio che lavora in ospedale e mi racconta che ogni giorno almeno 5-6 persone arrivano al Pronto Soccorso con un attacco di panico,scambiato per "altro".....Ma si può vivere così? mad.gif

Caterina

#12 pesev

pesev

    Affezionato

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 114 Messaggi:

Inviato 23 December 2004 - 09:59 AM

Il fiato corto è uno dei sintomi dell' ansia . Io ne soffro relativamente spesso.I dolorini al petto anche. tenete conto, se posso dare un consiglio , che colui che è ansioso sente troppo il corpo, cioè è in continuo stato di allerta e di controllo sul suo corpo. Pertanto sentiamo di tutto.
Figuratevi che tra i sintomi dell' ansia compaiono anche dei fastidiosi formicolii ai piedi o alle mani, dovuti in genre all' iperventilazione cioè a quel meccanismo che ci porta a fare continui respiri lunghi ( se ci riusciamo) per rincuorarci sul fatto che stiamo respirando.
Quindi una volta escluse cause organiche si può stare relativamente tranquilli.
resta il fatto che i sintomi sono fastidiosi.
per quanto riguarda il fiato corto io adotto la strategia della corsa ovvero quando posso corro: state tranquilli che la dispnea fisiologica si sovrappone a quella ansiosa e trarrete qualche beneficio.
Altrimenti scale a piedi, camminare molto, tutto ciò che aumenta il ritmo del respiro ( e anche del battito cardiaco).
Fatemi sapere
Pesev

#13 cathy

cathy

    FdV Amico

  • Members
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2294 Messaggi:
  • Gender:Female
  • Location:Grosseto
  • Interests:La lettura,il cinema, viaggiare in città d'arte. Musei,mostre d'arte,mercatini antiquariato

Inviato 23 December 2004 - 11:21 AM

QUOTE (pesev @ Dec 23 2004, 09:59 AM)
per quanto riguarda il fiato corto io adotto la strategia della corsa ovvero quando posso corro: state tranquilli che la dispnea fisiologica si sovrappone a quella ansiosa e trarrete qualche beneficio.
Altrimenti scale a piedi, camminare molto, tutto ciò che aumenta il ritmo del respiro ( e anche del battito cardiaco).

Questo non l'ho mai sperimentato,ma ci proverò-Anche se mi sembra difficile,quando ho un po' di tachicardia o di respiro corto, correre o fare esercizi fisici...Di solito mi fermo e aspetto che passi (ovviamente con l'angoscia addosso)...Però tentar non nuoce. Ti farò sapere.
Ciao! tongue.gif
Caterina

#14 pesev

pesev

    Affezionato

  • Members
  • StellaStellaStellaStella
  • 114 Messaggi:

Inviato 23 December 2004 - 12:31 PM

Cara Caterina, non avevo letto bene un tuo post e quello di un'altro amico.
L'aumento dell'ansia ( fiato corto e tachicardia dopo pranzo) si può verificare anche in una persona non ansiosa.
Considerate che durante l'inspirazione il diaframma si abbassa, se trova lo spazio accupato dallo stomaco disteso fa fatica a farlo. Per quanto concerne la Tachicard. considerate che il cuore è adagiato sul diaframma che appunto sfiora lo stomaco : quando qust'ultimo è molto disteso può stimolarlo ad avere attacchi di tachicardia.
E' una questone meccanica, in chi soffre d'ansia la cosa peggiora ,naturalmete.
Saluti Pesev
Quando posso, se vi fa piacere , cercherò di parlare di quali sono le mie strategie per combattere l'ansia senza alcuna pretesa professorale naturalmente.
Ciao a tutti
Pesev

#15 foglia

foglia

    FdV Amico

  • Members
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • 2293 Messaggi:
  • Gender:Female

Inviato 23 December 2004 - 05:07 PM

piegamenti e compressioni:

avete presente quando ci si piega e si comprime un nervo? fa male, fa molto male perchè inavvertitamente il ns corpo assume una posizione innaturale, contraria alle leggi per cui si è strutturato.
così avviene per l'Io. siamo costretti a piegarlo e a comprimerlo giornalmente perchè dobbiamo vivere aggregati e la società richiede, ovvio, il rispetto di molte regole. ma quando il flettersi dell'Io supera certe barriere e si snatura fino a comprimere la ns intima essenza, anche l'Io comincia a fare male. e che male. infatti spesso si dice che ci si sente 'schiacciati'.
il dolore dell'anima lo vorrei paragonare all'ernia del disco di cui fui operata tanti e tanti anni fa. avevo una piccolissima fuoriuscita del disco intervetebrale che però comprimeva giusto giusto e piegava ad arco il nervo sciatico. gran male.
è stato così che sono riuscita a paragonare il mio male dell'anima a quello della mia povera gamba.
io nn ho la ricetta magica per adeguarsi ragionevolmente alle richieste della società moderna, tutta fretta ed efficienza e perfezione, ma se nn cominciamo a prendere coscienza che tutto deve cambiare ed evolversi ma sempre a misura d'uomo, ahimè combatteremo mille battaglie contro noi stessi, contro la ns stessa natura, quindi infruttuose.
boh...oggi m'è venuta così.
ciao e auguri a tutti.
foglia




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Errore di caricamento immagine!